Che cos’è il Dry Brushing, l’innovativo metodo anticellulite

Oggi vi portiamo alla scoperta di un innovativo metodo anticellulite: scopriamo insieme che cos’è il dry brushing

Tra sieri e creme specifici, la lotta alla tanto odiata cellulite non si placa mai! Oggi allora vi parliamo di una nuova tecnica molto amata dalle star: vediamo insieme che cos’è il Dry Brushing!

Il dry brushing è uno scrub meccanico, praticato a secco, che consiste nel passare sulla pelle asciutta una spazzola in setole naturali, con movimenti leggeri e ampi, indirizzati verso il cuore. Si tratta di un trattamento naturale e semplice, nonché molto economico ed efficace per riattivare la circolazione ed esfoliare la pelle, rendendola più luminosa.

Ma vediamo meglio in cosa consiste e per chi è controindicata questa tecnica!

Che cos’è il Dry Brushing: scopriamo insieme la nuova tecnica!

Il Dry Brushing, come abbiamo visto, si effettua attraverso movimenti ben calibrati ed esercitando una certa pressione.

Tutto questo serve sia a stimolare la circolazione periferica, sia a rendere la pelle morbida e liscia prevenendo la formazione di peli incarniti, agevolando l’epilazione o la ceretta.

Insomma una tecnica efficace non solo contro la cellulite, ma dai molteplici effetti benefici:

Esfolia e favorisce il turn over cellulare

La spazzolatura a secco permette di eliminare le cellule opache, ruvide e squamose proprio come fanno i prodotti per lo scrub destinati alla pelle corpo, come ad esempio ESFOLIA di Diego Dalla Palma.

Il dry brushing è, infatti, un tipo di esfoliazione fisica, in particolare di tipo meccanico. Le setole del pennello consentono un’azione abrasiva e purificante che stimola il rinnovamento dell’epidermide, favorendo l’eliminazione di cellule devitalizzate e ispessimenti. Dopo il trattamento, la pelle risulterà più morbida e levigata.

Stimola la circolazione

La gestualità con cui viene eseguito il dry brushing stimola la microcircolazione e il sistema linfatico, migliorando il drenaggio dei liquidi. Oltre a donare un temporaneo aspetto radioso alla pelle, la spazzolatura a secco è perfetta, quindi, se si soffre di gonfiori e gambe pesanti.

È tonificante ed energizzante

Dopo aver provato questa tecnica del Day Brushing, la maggior parte delle persone si sente rinvigorita ed energizzata. 

Che cos’è il Dry Brushing: effetto anticellulite

E veniamo al principale effetto benefico della spazzolatura meccanica: quello di migliorare l’aspetto della  pelle a buccia d’arancia.

L’aumento della circolazione dovuto alla spazzolatura a secco produce un effetto rinvigorente e tonificante sulla pelle, rendendo quindi meno evidente l’aspetto della cellulite.

Attenzione però: si tratta di un effetto temporaneo e questa tecnica non produrrà alcun cambiamento permanente se non viene associata una dieta sana, un costante movimento e dei prodotti specifici per il problema.

Come si effettua il Dry Brushing

Il dry brushing pelle è davvero semplice da effettuare: è sufficiente massaggiare la pelle con una spazzola in legno e con setole naturali, dalla punta dei piedi fino ai glutei e dalle mani alle spalle.

La spazzola con cui effettuare il massaggio è realizzata in legno, in genere faggio, e presenta setole realizzate con fibre naturali, come juta, sisal e persino fibre di cactus. La forma non è importante e può essere scelta a seconda delle proprie proferenze.

Ma veniamo a come si utilizza la spazzola a secco:

  • procedete dal basso verso l’alto o in direzione del cuore, con piccoli movimenti circolari e antiorari che, dalle caviglie, risalgono su polpacci, ginocchia, cosce ai glutei; dai palmi si risale, invece, ai polsi fino alle spalle, sempre procedendo con la stessa gestualità.
  • Nella zona addominale, seguite il senso orario per assecondare l’anatomia della zona intestinale: ciò permetterebbe di sgonfiare la pancia e può contribuire ad alleviare la costipazione.
  • Ai movimenti circolari è possibile alternare spazzolature verso l’alto, a seconda di ciò che si preferisce e risulta più comodo. Stomaco e torace sono più sensibili delle braccia e delle gambe, quindi la gestualità va ulteriormente alleggerita; meglio evitare di spazzolare, invece, il seno o i capezzoli.
  • Dopo la sessione di spazzolatura a secco, fate la doccia o il bagno, quindi applicare una crema o un olio per il corpo.
  • evitate di passare sulla stessa area con la spazzola più di due volte: ciò può causare irritazione. Indicativamente, l’intero processo non dovrebbe richiedere più di cinque minuti per distretto (5 minuti per arti inferiori, 5 per arti superiori), quindi è bene non sentirsi in dovere d’indugiare ulteriormente.
  • effettuate il massaggio una o due volte alla settimana.

Che cos’è il Dry Brushing: effetti collaterali

Si tratta, in generale, di una tecnica abbastanza sicura che possono effettuare tutti.

Potrebbe però causare delle irritazioni cutanee se effettuata troppo spesso, esercitando troppa pressione o se la pelle è particolarmente sensibile. Chiariamo che è normale la pelle risulti più rosea, dopo una sessione di trattamento, quale effetto della stimolazione della circolazione, ma non devono assolutamente manifestarsi arrossamenti o abrasioni. La pelle non dovrebbe bruciare, pizzicare o risultare pruriginosa neanche in seguito. Il dry brushing dovrebbe essere sempre piacevole e rilassante; se non lo è, significa che la gestualità è troppo aggressiva.

Infine, il dry brushing è sempre controindicato in caso di: eczema, psoriasi, eruzioni cutanee, ferite, scottature o irritazioni.

Che ne pensate di questa tecnica?